Cavallo Magazine
ARTE

A Venezia la mostra di Cholla, il cavallo pittore

Anche se ha "solo" 23 anni, dei suoi lavori si è detto che hanno “il fuoco di Pollock"... ma l’artista è un cavallo semiselvaggio; Cholla (pronuncia "Ciòglia", nome spagnolo), figlio di un Mustang e di una Quarterhorse, dipinge spontaneamente e senza ammaestramento tenendo il pennello tra i denti e raccogliendo il colore da sé. Cholla vive in un ranch del Nevada; la sua attitudine è stata scoperta per caso ed è oggetto di studio da parte degli etologi; le sue "opere" (acquerelli astratti) - che destano curiosità ed interesse tra critici e appassionati d'arte - sono in mostra a Venezia in esclusiva dal 24 Aprile al 15 Giugno 2009 alla galleria d'arte Giudecca 795 (Fondamenta San Biagio 795, a pochi metri dall'hotel Molino Stucky Hilton, tra gli sponsor dell'iniziativa).

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Anche se ha "solo" 23 anni, dei suoi lavori si è detto che hanno “il fuoco di Pollock"... ma l’artista è un cavallo semiselvaggio; Cholla (pronuncia "Ciòglia", nome spagnolo), figlio di un Mustang e di una Quarterhorse, dipinge spontaneamente e senza ammaestramento tenendo il pennello tra i denti e raccogliendo il colore da sé. Cholla vive in un ranch del Nevada; la sua attitudine è stata scoperta per caso ed è oggetto di studio da parte degli etologi; le sue "opere" (acquerelli astratti) - che destano curiosità ed interesse tra critici e appassionati d'arte - sono in mostra a Venezia in esclusiva dal 24 Aprile al 15 Giugno 2009 alla galleria d'arte Giudecca 795 (Fondamenta San Biagio 795, a pochi metri dall'hotel Molino Stucky Hilton, tra gli sponsor dell'iniziativa).

Nell'ottobre scorso un'opera di Cholla ricevette la menzione speciale della Giuria del premio di pittura Arte Laguna. I dipinti di Cholla sono stati esposti negli Usa, e Venezia è la prima delle sue mostre internazionali. Lui non ci sarà: trasportare un cavallo così grande per qualche "esibizione" sarebbe rischioso, inutile e poco etico; questa la decisione della proprietaria Renee Chambers (ballerina classica) e dei galleristi.


In mostra a Venezia ci saranno però i video di Cholla mentre dipinge, e 30 acquerelli originali eseguiti tra il 2004 (gli "esordi") ed il 2009, oltre a stampe giclée in vendita e al suo primo catalogo. La mostra veneziana fa seguito alla "preview" del 3-5 Aprile scorsi al palazzo dei Congressi di Roma Eur (ad Art-O') con successo di pubblico e di critica. L'artistica "provocazione a briglie sciolte", come è stata definita da Simona Antonucci, spazia con ironia dal richiamo all'action painting ad interventi dissacranti del recente passato.

Una cosa è certa secondo l'etologo Danilo Mainardi: Cholla "dipinge perché lo vuole fare, in tutta libertà", prendendo da solo il colore, senza masticare né rompere il pennello; a volte occorre aiutarlo quando il pennello scivola per la salivazione. Dice Mainardi: "Il suo comportamento non è affatto una cosa da poco. Sembra indicare consapevolezza e intenzionalità, perché il cavallo agisce senza essere minimamente costretto. E' un bel cavallo, intelligente e ben trattato".










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Cerca su Quotidiano.Net nel Web

LA FOTO

Ragazzo indiano con il suo cavallo

Bagno tra le onde
dell'oceano Indiano

Un giovane ragazzo corre tra le onde dell'oceano con il suo cavallo. I due si rinfrescano nelle acque che bagnano la città di Chennai, nel golfo del Bengala