HOMEPAGE > > PD, mozione urgente sulla crisi dell'ippica.
Un'immagine di galoppo ©Capannelle/Stefano Grasso
Un'immagine di galoppo ©Capannelle/Stefano Grasso

PD, mozione urgente
sulla crisi dell'ippica

03.01.2012 E' stata presentata dai deputati del Pd in commissione Agricoltura. L'obiettivo della mozione è quello di impegnare il Governo a istituire immediatamente una sede di confronto con il mondo dell'ippica italiana presso il ministero delle Politiche Agricole per impostare un piano di ristrutturazione del settore

commenti
Uberto Martinelli

L'EDITORIALE
di Uberto Martinelli
L'ANNO CHE VERRÀ

Sul numero di gennaio, in edicola

cavallomagazine su facebook
cavallomagazine su twitter
I blog

Una passione,
che fortuna!

di Mariangela Cecchi

Cavalli
e altri amici

di Maria Cristina Magri

questo mese in edicola
Cover Cavallo Magazine, gennaio 2012

Con il numero di gennaio
SIAMO SULL'IPAD!
Il primo numero è gratuito

SCOPRI SU QUESTO NUMERO...
Cultura Equestre
La nuova sezione di Cavallo Magazine, tra storia, racconti, libri e arte!
Attualità
Redditometro - Allo studio la riforma 'salvacavalli'
Ippica - L'era dei 'cavalli magri'
Reportage
Mongolia - I cavalieri del Naadam
L'evento
Il Rocìo - Andalusia, migliaia di pellegrini in sella
Trekking
Trofeo Trekking - La finale
... e molto ancora!





| | condividi

Pisa, 3 gennaio 2012 - E' stata presentata una mozione urgente sulla crisi dell'ippica italiana dai deputati del Pd in commissione Agricoltura (e tra loro i toscani Luca Sani, Paolo Fontanelli e Susanna Cenni). L'obiettivo è quello di impegnare il Governo ''a istituire immediatamente una sede di confronto con il mondo dell'ippica italiana presso il ministero delle Politiche Agricole dalla quale possa emergere un piano di ristrutturazione del settore, che comprenda anche il reperimento delle risorse sufficienti a far ripartire rapidamente le attivita'''.

Nella mozione, inoltre, si chiede anche l'avvio di un ''progetto necessario per avviare il processo di riqualificazione essenziale per il superamento della crisi che investe l'intera filiera e garantire un orizzonte pluriennale alle componenti maggiormente qualitative della stessa''. I deputati democratici, inoltre sottolineano che ''l'ulteriore drastica riduzione per il 2012 dello stanziamento che l'Agenzia per lo sviluppo del settore ippico (Assi, ex Unire) destina a corse, allevamento e gestione degli ippodromi mette tutta la filiera ippica italiana dal primo gennaio nelle condizioni di non avere un futuro, con migliaia di persone da subito prive di lavoro, 15 mila cavalli da destinare al macello con effetti disastrosi sull'indotto e con l'impossibilita' da parte dello Stato di introitare, come e' avvenuto nel 2011, circa 180 milioni di euro di imposte''.

Ma non finisce qui, perchè secondo i parlamentari del Pd, in seguito alla nuova proposta dei rinnovo della convenzione avanzata dall'Assi agli ippodromi e ''con un taglio del 50% dei contributi fissi, lasciando inalterati i proventi delle scommesse, numerose societa' che gestiscono ippodromi, fra cui Roma Capannelle, Pisa, Palermo, Torino, Bologna, Varese e Cesena, hanno deciso di sospendere l'attivita' di corse dal primo gennaio''.

FOTODEDICHE DEI LETTORI
Inviaci la tua fotodedica!

Inviaci la tua fotodedica!
La vedrai pubblicata
nella nostra nuova Gallery

info@cavallomagazine.it
inserire in oggetto 'dedica'
foto in formato .jpg massimo 700 kb
testo non più di 30 parole