HOMEPAGE > > maranello, alla scoperta dell'antico maniero.
Trekking a Maranello verso il castello di Levizzano Rangone
Trekking a Maranello verso il castello di Levizzano Rangone

maranello, alla scoperta
dell'antico maniero

12.04.2012 Il trekking, organizzato dalla Fise Emilia Romagna e aperto ai tesserati, partirà domenica prossima dal circolo ippico Gli Amici del Cavallo di Gorzano (Modena) per arrivare in località Torre Maina e raggiungere il castello di Levizzano Rangone

L'editoriale
Uberto Martinelli

di Uberto Martinelli
MEDAGLIE
AL VALORE

Sul numero di aprile
in edicola

cavallomagazine su facebook
cavallomagazine su twitter
I blog

Una passione,
che fortuna!

di Mariangela Cecchi

Cavalli
e altri amici

di Maria Cristina Magri

questo mese in edicola
Cover Cavallo Magazine aprile 2012

Cavallo Magazine
aprile 2012

SCOPRI SU QUESTO NUMERO...
ATTUALITA'
Fisco - Redditometro addio
IL REPORTAGE
India - Un continente, il suo cavallo
MONTA DA LAVORO
In sella per mestiere
EVENTI
Carnevale Romano - Cavalli, festa e cultura
La Sartiglia - Tra sacro e profano
IL PERSONAGGIO
Micheal Morpurgo - Il papà di War Horse
IL TREKKING
Sicilia - Verso la grotta della Santuzza
L'ITINERARIO
Toscana - Destinazione mare
WESTERN
Impressive, bello e possibile
ATTUALITA'
Ippodromi - O si cambia o si chiude
IL POSTER
Il purosangue inglese
LA PROVA
L'Haflinger
IL PERSONAGGIO
Danièle Nicolas Citterio - L'esperienza del corpo
... e molto ancora!

| | condividi

Modena, 12 aprile 2012 - Domenica 15 aprile la Fise dell’Emilia Romagna, nell’ambito del Progetto turismo equestre 2012, propone un trekking a cavallo nei dintorni di Maranello. La partenza è fissata per le 9 dal circolo ippico Gli Amici del Cavallo di Gorzano di Maranello (Mo), per arrivare in località Torre Maina e raggiungere il castello di Levizzano Rangone.

Secondo un'antica tradizione la torre del castello di Levizzano, sarebbe stata costruita per volere di Matilde di Canossa, signora di queste terre tra il XI e il XII secolo. In realtà l'origine della torre potrebbe essere ancora più antica, visto che un primo nucleo fortificato esisteva in questo luogo già nel IX secolo. Epoca in cui il fortilizio si configurava probabilmente come un semplice recinto protetto da un fossato entro il quale dovevano trovarsi diversi edifici, tra cui la cappella castellana. Col tempo il nucleo primitivo si ampliò e si dotò di ulteriori difese, tanto che nel Trecento il complesso comprendeva almeno due torri, il palazzo feudale e diverse costruzioni di servizio. Verso la fine del Cinquecento fu costruita l'attuale chiesa, oggi sconsacrata, al posto dell'antica cappella. Le dimensioni e la struttura del castello rimasero poi invariate nel corso dei secoli seguenti, fino alla fine del 1800, quando il maniero entrò in possesso del comune di Castelvetro e cominciarono ad essere effettuati i primi interventi di restauro.

Il palazzo feudale conserva interessanti affreschi cinquecenteschi e pregevoli soffitti a cassettoni dipinti, mentre all'interno della torre rimangono alcune tracce pittoriche in un locale probabilmente adibito a cappella privata. Di grande interesse è un passaggio sotterraneo di origine antichissima, tuttora percorribile, che collegava il palazzo alla torre. Attualmente del complesso risultano ristrutturate e utilizzate la chiesa, la galleria, sede dell'Enoteca Comunale, e la torre Matildica, nella quale hanno sede diverse associazioni: l'Associazione degli Esperti Degustatori dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, l'Associazione Modena a Tavola, L'Associazione degli Enologi ed Enotecnici italiani, l'Associazione Italiana Sommeliers, e, infine, l'Associazione Terre si Castelvetro.
 
Dopo pranzo di nuovo in sella tra dolci colline e campi coltivati fino al rientro in maneggio, previsto per le 18. Al trekking possono partecipare cavalieri in possesso di patente Fise e con i documenti del cavallo in regola, mentre amici e parenti non cavalieri possono aggregarsi per il pranzo. Per partecipare: Alessandro 3922556244, Paolo 3349337092, Mirella 3393321297 - Email: amicidelcavallo@libero.it.

FOTODEDICHE DEI LETTORI
Inviaci la tua fotodedica!

Inviaci la tua fotodedica!
La vedrai pubblicata
nella nostra nuova Gallery

info@cavallomagazine.it
inserire in oggetto 'dedica'
foto in formato .jpg massimo 700 kb
testo non più di 30 parole