HOMEPAGE > > Le miniere del biellese tappa del trofeo trekking.
un momento del trekking
un momento del trekking

Le miniere del biellese
tappa del trofeo trekking

Dal 5 all'8 luglio, organizzato da Cavalcavalli, l'appuntamento in sella targato Cite è alla scoperta dell'anfiteatro morenico, la serra d'Ivrea e il parco della Baraggia

L'editoriale
Uberto Martinelli

di Uberto Martinelli
LE CAMPANE SUONERANNO ANCORA

Sul numero di luglio in edicola

cavallomagazine su facebook
cavallomagazine su twitter
I blog

Una passione,
che fortuna!

di Mariangela Cecchi

Cavalli
e altri amici

di Maria Cristina Magri

questo mese in edicola
Cover Cavallo Magazine luglio 2012

Cavallo Magazine
Luglio 2012

SCOPRI SU QUESTO NUMERO...
ATTUALITÀ
Terremoto - Emergenza cavalli
IL REPORTAGE
Turkmenistan - Il regno dell'Akhal Tekè
ESCLUSIVA
Il Carosello dei Carabinieri incanta Elisabetta II
IL TREKKING
Lavarone - L'11° Raduno Nazionale di Natura Cavallo
LA PROVA DI CAVALLO MAGAZINE
Pura Raza Española
... e molto ancora!

| | condividi

Biella, giugno 2012- Quest’anno per la tappa piemontese del Trofeo Nazionale di Trekking, dal 5 all'8 luglio,  Il Cavalcavalli propone un’esplorazione del territorio della provincia di Biella, nell’area compresa tra l’anfiteatro morenico (dove un milione di anni fa il ghiacciaio della Dora Baltea ha modellato la Valle d’Aosta), la serra d’Ivrea (una collina rettilinea lunga più di 25 km a 1.200 metri di quota) e il parco naturale della Baraggia (la “savana del biellese”, l’ultimo lembo di territorio rimasto incolto nell’area pedemontana).

Che si potesse cercare oro andando a cavallo non se lo sarebbe aspettato nessuno e così i soci della Cavalcavalli hanno pensato bene di stupirci portandoci nel Biellese, nella riserva della Bessa, dove l’antico popolo dei Salassi si approvvigionava del prezioso materiale. Nonostante la diffusa conoscenza di altri tipi di salassi quotidianamente in agguato, attraversare le lande sabbioso di quel sito speciale (e magari trovare anche qualche pepita) sarà per i partecipanti un’esperienza unica! Naturalmente non solo questo ma anche la “Sella d’Ivrea” – una collina lunga 25 chilometri a 1200 metri d’altezza – e il Parco Naturale della Baraggia, “la Savana del Biellese” – l’ultimo lembo di territorio ancora incolto di quell’area pedemontana.

L’incontro tra le tradizioni locali e le antiche culture celtiche e romane propone la convivenza tra usanze magiche pagane e la forte fede religiosa che ripete, anche nelle chiese campestri, la grande devozione alla Sacra Sindone. Tutto questo con la proverbiale capacità e qualità equestre della Cavalcavalli.

PROGRAMMA
Giovedì 5 luglio 2012
Dalle ore 15.00 in avanti: Ritrovo dei cavalli e cavalieri presso il Centro Ippico San Giorgio – Cascina Pianone – 13882 CERRIONE (Biella) – tel. +39 015 67 71 56 – cell. +39 333 370 7583 (Giorgio Zanetta) (http://​www.ippicasangiorgio.com/ )
Sistemazione dei cavalli nei box e pratiche di iscrizione al trekking.
Breve presentazione del trekking e cena. Alloggiamento nella fattoria o nei B&B prescelti

Venerdì 6 luglio 2012
La Serra d’Ivrea
Ore 08:00 Colazione presso il B&B o la fattoria – Controlli veterinari
Ore 09:00 In sella, in direzione Zimone – Magnano – Torrazzo – Scalveis
Ore 12:00 Visita della chiesa romanica di S. Secondo e del Monastero di Bose
Ore 13:30 Pranzo all’aperto
Ore 14:30 Percorso in direzione contraria su un tragitto ad anello
Ore 17:30 Rientro alla base e sistemazione dei cavalli
Ore 20:30 Cena nel Centro Ippico San Giorgio

Sabato 7 luglio 2012
Il parco naturale della BESSA
Ore 08:00 Colazione e preparazione dei cavalli
Ore 09:00 In sella, in direzione Cerrione – Vermonio – Bessa
Ore 12:00 Palestra naturale dei cercatori d’oro nella miniera a cielo aperto
Ore 13:30 Pranzo all’aperto nell’area attrezzata del parco
Ore 14:30 Percorso di ritorno su un altro ramo dell’anello
Ore 17:30 Trasferimento in van dei cavalli presso la tenuta La Mandria di Candelo (BI) (*)
Ore 19:00 Visita al Ricetto di Candelo
Ore 20:30 Cena nella Taverna del Ricetto, un santuario della
ristorazione (http://​www.latavernadelricetto.it/ )
Il Ricetto di Candelo è una struttura fortificata tardo-medievale (XIII – XIV sec.) realizzata dalla comunità contadina locale, senza alcun intervento feudale, su un fondo di proprietà dei nobili Candelesi. Il ricetto doveva fornire protezione stabile alle cose più preziose della comunità, ossia i prodotti della terra. In primo luogo le granaglie e il vino. Solo in casi estremi di pericolo, e per breve tempo, anche la popolazione vi si rifugiava.

http://it.wikipedia.org/​wiki/Ricetto_di_Candelo

(*) La Mandria di Candelo è stato il primo centro per l’equitazione di campagna nell’Italia del Nord, fondato più di 50 anni fa da Davide Felice Aondio, il grande e compianto “maître randonneur”. L’attività prosegue oggi grazie al figlio Marco (tel. 015.2536078 – cell. 335.7104414) http://​www.vacanzequestri.com/

Domenica 8 luglio 2012
La Baraggia
Ore 08:30 Colazione e preparazione dei cavalli
Ore 09:30 In sella, direttamente verso l’immenso parco selvaggio della Baraggia
Ore 11:30 Breve sosta per l’aperitivo e visita del Castello di Masazza, sul limitare del parco
Ore 12:00 Ritorno verso Candelo
Ore 14:00 Pranzo di chiusura della manifestazione presso la Tenuta La Mandria

Per gli Accompagnatori
Venerdì – Sabato – Domenica

Visite guidate con programma variabile (a seconda dei desideri dei partecipanti).
Programma di massima:

Venerdì mattina: Visita alla Comunità monastica di Bose (centro d’incontro di tutte le fedi, di riflessione e di laboriosità,
creata da Enzo Bianchi)
pomeriggio: Città di Biella – chiese, palazzi, musei, laboratori artigianali, archeologia industriale, outlet commerciali, ….
Sabato : Santuario della Madonna Nera di Oropa, il più antico luogo di pellegrinaggio mariano dell’occidente (XIII
sec.)
Domenica mattina: Lago di Viverne

Per informazioni e contatti:
Ivana Fasoglio 338 5966991 – Gigi Aroasio 348 2224822 – Armando Mosso 333 2322430