HOMEPAGE > > evasi premi per 500 milioni la finanza li scopre.
Istantanea di una corsa di trotto
Istantanea di una corsa di trotto

evasi premi per 500 milioni
la finanza li scopre

È successo a Torino dove le Fiamme Gialle hanno fatto accertamenti a una famiglia di proprietari di cavalli da corsa che sembra abbia evaso al fisco le vincite

L'editoriale
Uberto Martinelli

di Uberto Martinelli
LE CAMPANE SUONERANNO ANCORA

Sul numero di luglio in edicola

cavallomagazine su facebook
cavallomagazine su twitter
I blog

Una passione,
che fortuna!

di Mariangela Cecchi

Cavalli
e altri amici

di Maria Cristina Magri

questo mese in edicola
Cover Cavallo Magazine luglio 2012

Cavallo Magazine
Luglio 2012

SCOPRI SU QUESTO NUMERO...
ATTUALITÀ
Terremoto - Emergenza cavalli
IL REPORTAGE
Turkmenistan - Il regno dell'Akhal Tekè
ESCLUSIVA
Il Carosello dei Carabinieri incanta Elisabetta II
IL TREKKING
Lavarone - L'11° Raduno Nazionale di Natura Cavallo
LA PROVA DI CAVALLO MAGAZINE
Pura Raza Española
... e molto ancora!

| | condividi

Torino, giugno 2012- Evasione ai danni del fisco per oltre 500 milioni scoperta dalla Guardia di Finanza di Torino. Coinvolta è un'intera famiglia di proprietari di cavalli da corsa, in attività presso l'ippodromo di Vinovo, nella quale il padre era l'allenatore e il figlio il driver, mentre la madre e la figlia si occupavano dell'allevamento.  Secondo le Fiamme Gialle avrebbero evaso fin dal 2006 i premi derivanti dalle corse. 

Secondo i militari per non destare sospetti negli agenti del Fisco, i componenti della società avevano cancellato da tempo la partita Iva pur proseguendo la gestione delle attivita' ippiche allo scopo di evadere le imposte.