HOMEPAGE > > Sogno di una notte di mezza estate.
Uberto Martinelli
Uberto Martinelli

Sogno di una notte
di mezza estate

È una calda notte di luglio e faccio fatica a prendere sonno. Ho accanto il ventilatore acceso e una bottiglia d’acqua fresca, ma niente, non riesco ad addormentarmi

cavallomagazine su facebook
cavallomagazine su twitter
I blog

Una passione,
che fortuna!

di Mariangela Cecchi

Cavalli
e altri amici

di Maria Cristina Magri

questo mese in edicola
La cover del numero di agosto 2012 in edicola

Cavallo Magazine, agosto 2012

Clicca e scopri il sommario
di questo numero!

| | condividi

Sono le due, non ho voglia di leggere e tantomeno di guardare la tv, così decido di fare ciò che avrei dovuto fare da mesi: pulire e ingrassare la briglia appartenuta a Tornese, che Sergio Brighenti, driver del ‘sauro volante’, aveva donato a mio padre cinquant’anni fa. È un ricordo di famiglia, in particolare di mia sorella Paola, innamorata del leggendario trottatore, passione immortalata in una foto che li ritrae viso contro muso. Ritengo giusto, nonostante il cavallaro, tra i due fratelli, sia il sottoscritto, che faccia mostra di sé in casa sua. Così, mentre comincio a passare sul cuoio il sapone inglese, penso. Penso all’estate, ai cavalli, alla rivista che dirigo e al futuro che ci aspetta. Innanzitutto credo che Cavallo Magazine debba essere sempre al galoppo con i tempi, sempre più dinamico, accattivante e ricco di contenuti, senza per questo dimenticare il proprio glorioso passato.

Come potrete vedere, sono numerosi i cambiamenti apportati in questo numero, a partire dalla testata, che ritorna alle origini, su fondo rosso con negativo bianco, e a Cavallo Sport, che occupa la parte finale del giornale. Una sorta di ritorno al futuro, insomma, una rivista in divenire, testimone del nostro tempo e dei suoi mutamenti. Intanto strofino e continuo a pensare. Quello che non cambia mai è invece l’agghiacciante cattiveria umana, indifferente a tutto e a tutti: in redazione sono arrivate notizie, foto e filmati, di cavalli da rodeo ‘sollecitati’ con scariche elettriche, cavalli sgozzati e poi macellati davanti a un pubblico di bambini ignari e festanti, cavalli da corsa dopati o morti in gara, cavalli maltrattati, malnutriti, seviziati…

Basta, veramente, basta. Si potrebbe osservare che una razza che violenta e maltratta i propri cuccioli non ha certo difficoltà a fare altrettanto con gli altri animali, arrivando al punto, in molti casi, di mangiarseli. Però c’è un limite a tutto, mentre oggi, nel XXI secolo, i confini che delimitano l’etica e la coscienza sembra non esistano più.  Ora la briglia di Tornese è ben pulita, è tempo di ingrassarla. Prendo la scatola, imbevo lo straccio e comincio a passarlo sui paraocchi. E se l’uomo, inteso come essere vivente, cambiasse? Proviamo a immaginare un mondo in cui le sofferenze inutili, umane e animali, finiscano per sempre, un mondo in cui chi detiene il potere – anche in campo equestre e ippico, perché no – abbia il coraggio di dire ‘ho sbagliato’ e ceda il passo ad altri, come dovrebbe avvenire in democrazia. O, almeno, si guardi allo specchio e non venda la propria anima come Dorian Gray solo per apparire sempre puro, bello e giovane. La gente è stanca, d’ipocrisie, di privilegi, di ingiustizie.

E sinceramente anche l’Italia ippica ed equestre merita molto di più. Meritano molto di più i cavalli, soprattutto, quelli che corrono, che saltano, che passeggiano portandoci in sella in mezzo alla natura, quelli che viaggiano in condizioni inimmaginabili per centinaia di chilometri prima di finire al macello. Forse è solo un sogno, un sogno di una notte di mezza estate, ma le cose devono cambiare. Mi guardo le meni sporche di grasso: la briglia di Tornese è lì, davanti a me, sembra appena uscita dal sellaio. Mia sorella ne sarà felice.

di Uberto Martinelli

La Bagnaia 2012
La Bagnaia

Guarda il programma
del Csi3*-Csi* di Bagnaia

Tutte le info sulle gare che andranno
in scena dal 21 al 23 settembre

LA 27° EDIZIONE
DEL CONCORSO

il poster
Haflinger

L'HAFLINGER
sul numero in edicola

Stacca & colleziona
Ogni mese in omaggio sulla rivista
il disegno di una razza